Domini e hosting

Siteground miglior hosting WordPress ? Il caso reale di un nostro cliente che ha scelto le performance.

8th Lug 2015 | Posted in: Domini e hosting, Sistemistica, Web Design, Wordpress  | visualizzazioni 9

E’ facile e frequente imbattersi in moltissime recensioni che indicano Siteground come miglior hosting wordpress. Questo è derivato sicuramente dall’ottima fama che un big del settore è riuscito a crearsi nell’ambiente di sviluppatori WordPress e dell’effettiva bontà delle loro soluzioni hosting.

Conosciamo personalmente tanti loro clienti con cui abitualmente svolgiamo servizi di consulenza e di sviluppo, e occasionalmente forniamo loro servizi di ottimizzazione spinta decidendo di portarli sui nostri sistemi e fornendo dunque un servizio più performante.

Vogliamo portare l’esempio di un nostro nuovo cliente che avendo sottoscritto un piano hosting di tipo GoGeek con Siteground al costo di circa 25€/mese si trova ad avere il sito disabilitato per la grossa affluenza di visitatori che ha reso il server sovraccarico.

Questo è quello che viene comunicato dall’assistenza che intanto ha provveduto a mettere offline il sito e dunque creato un danno in termini di mancati introiti al cliente :

siteground-hosting
Siamo pertanto stati contattati dal cliente che avendo avuto notizia da un collega delle ottimizzazioni su siti di blogging WordPress based, ha voluto testare con mano i nostri servizi e l’ottimizzazione di performance che siamo riusciti a dare utilizzando i tool più in voga nel settore hosting, spaziando per PHP-FPM, Zend OpCache, Nginx, Memcached e Varnish con un sapiente uso e tuning di svariati plugin WP per aumentare il punteggio Pagespeed e YSlow, nonchè un reverse proxy a livello CDN tramite Incapsula che ci ha permesso di risparmiare banda e diminuire i tempi di caricamento di contenuti statici come le immagini.

Attualmente su www.techzoom.it (il sito migrato sui nostri sistemi)riusciamo a reggere oltre il quadruplo delle richieste che hanno creato problemi a Siteground, a costi del tutto comparabili se consideriamo un’assistenza managed e una supervisione costante che danno sicuramente un valore aggiunto al business del cliente.

Abbiamo voluto discutere e documentare questo caso per portare a conoscenza della nostra realtà di hosting alternativa a Siteground, GoDaddy o Aruba ad esempio, realtà sicuramente più piccola e moderata ma con un know how tale da essere più che adeguato alle aspettative dei clienti più esigenti e delle situazioni più dispendiose.

Share and Enjoy:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • LinkedIn
  • oknotizie
  • MySpace
  • Technorati
  • Live
  • Slashdot
Post Correlati
9 Comments
  1. OndaDigitale
    13:06 on agosto 18th, 2015

    Beh paragonare un pacchetto hosting di Siteground a un server dedicato Hetzner non è corretto…

  2. francesco
    18:05 on marzo 27th, 2016

    Non credo che il problema sia Siteground , ma il calcolare bene le esigenze del proprio sito : si tratta pur sempre di piani shared hosting !

  3. Emanuele
    07:28 on marzo 28th, 2016

    Complimenti

  4. Alberto Casagrande
    07:56 on giugno 29th, 2016

    Esatto, si tratta pur sempre di uno shared. Io ho effettuato l’upgrade dell’hosting al cloud e va alla grande.

  5. Gabriele
    08:51 on agosto 8th, 2016

    Io non ho incontrato grossi problemi con questo hosting, se non ora, dopo un mese di abbonamento a 3,95€ mi trovo ora da pagarne 116!! C’è scritto che comprende 12 mesi ma comunque è più del doppio, poi il dominio è stato pagato all’inizio quindi davvero non capisco perché questo costo! Avevo controllato bene e non mi pareva ci fossero altri costi aggiuntivi.. Avete qualche idea?

  6. Alessandro
    18:40 on agosto 8th, 2016

    Il prezzo intero per il pacchetto StartUp è di 7,95€ al mese, 3,95 è solo per la prima attivazione

  7. Alberto Casagrande
    10:20 on settembre 9th, 2016

    Il supporto di Siteground e’ eccezionale… Sono appena passato da Bluehost a Siteground… Mi sento rinato sinceramente 🙂

  8. Nicola Boschetti
    09:45 on ottobre 31st, 2016

    Come già detto da un altro commentatore, il paragone non è francamente equilibrato. SiteGround ha un customer service rapidissimo, ma su tematiche più approfondite spesso occorre insistere un po’ prima di trovare il tecnico giusto. Certamente hanno un servizio sales eccellente 😛

  9. Marco Marcoaldi
    11:58 on ottobre 31st, 2016

    Buonasera Nicola, di norma migriamo circa 20 utenti Siteground al mese presso la nostra struttura per motivi simili se non identici a quello sopra indicato. Dal punto di vista tecnico non abbiamo visto nulla di diverso dal consigliare di scalare su piani più costosi, così magari l’utente che parte da 3 euro arriva al punto di dover passare ad un piano di 300€ / mese e a quel punto si rivolge a noi in quanto fortemente indicizzati con alcune parole chiavi specifiche. Praticamente la totalità riesce ad avere un servizio nettamente migliore con piani hosting al massimo di 50€ / mese, laddove il prezzo viene calcolato non per il costo dell’hardware ma per il valore aggiunto della soluzione e del risparmio dato. Siteground vende molto grazie a ottime politiche di affiliazione e un marketing senz’altro superiore al nostro che in termini organici e fatturati siamo veramente dei nani rispetto loro, ma sul discorso prestazionale non pecchiamo di modestia se diciamo senza alcun dubbio che siamo 10 anni avanti nella peggior delle ipotesi.

Lascia un commento